Tumore della Vescica

Urinary-Bladder-cancerLa Vescica

La vescica è un organo presente nell’uomo e nella donna. Si trova nel piccolo bacino sopra al retto. Il suo ruolo è quello di serbatoio-contenitore di urina. I reni infatti convogliano in vescica attraverso gli ureteri l’urina che producono. La vescica avrà successivamente il compito di svuotarsi nel luogo e nel momento opportuno. E’ composta da un epitelio particolare che le permette di distendersi per raccogliere l’urina senza aumentare la pressione al suo interno. Quando è piena , il muscolo della vescica si contrae lo sfintere urinario si rilascia e espelle le urine fuori del corpo attraverso un tubo chiamato uretra.

Nelle donne , l’uretra è un tubo corto di circa 4 cm che si apre in vagina. Negli uomini , il tubo è più lungo e passa attraverso la prostata e poi per il pene

Che sintomi dà il tumore della vescica?

Il sintomo più classico del tumore vescicale consiste nella macroematuria ossia nella presenza di sangue nelle urine solitamente indolore. L’urgenza minzionale può essere, a volte, un altro sintomo della presenza di un tumore vescicale. Meno comunemente i pazienti riportano dolore sovrapubico o dolore alla schiena.
Un ingrossamento della prostata è comune negli uomini di età sopra i 50 anni . Esso provoca un restringimento dell’uretra che ostacola e può rallentare o arrestare il flusso di urina . Circa 4 su 10 uomini di età superiore di 50 ( 40 per cento) e 3 su 4 uomini sopra i 70 anni ( 75 per cento ) hanno sintomi urinari che sono causati da un ingrossamento della prostata.

Esistono dei fattori di rischio?

Il fumo di sigaretta è un importante fattore di rischio per lo sviluppo di un tumore vescicale. Alcuni agenti chimici usati nella produzione della gomma e nella plastica (amine aromatiche, benzene, aniline) sono coinvolti nello sviluppo dei tumori vescicali.

Come si diagnostica il tumore della vescica?

Per la diagnosi di tumore vescicale vengono solitamente eseguiti un esame delle urine che confermerà la presenza di sangue, una ecografia vescicale che mostrerà la presenza di lesioni endoluminali, la citologia urinaria che determina la presenza di cellule maligne nelle urine e infine la cistoscopia. La cistoscopia è un esame ambulatoriale con il quale lo specialista introduce attraverso il pene una telecamera fino in vescica al fine di esplorare tutto l’organo e confermare quanto visto all’ecografia. Solitamente viene eseguita anche una TC torace-addome-pelvi al fine di stadiare in maniera corretta la malattia

Come si cura?

L’intervento iniziale è di tipo endoscopico trans uretrale (senza incisione chirurgica) TURB e consiste nell’asportazione della lesione presente in vescica. Verrà quindi eseguito un esame istologico della lesione asportata e in base a tale referto lo specialista deciderà se sono sufficienti dei controllo, o delle terapie endovescicali o un intervento di chirurgia maggiore. Nel 65% dei casi è sufficiente l’intervento di TURB con successive terapie per ridurre il rischio che questo tipo di neoformazioni recidivino.

“le informazioni contenute in questo sito non sostituiscono in alcun modo il parere del medico”
Share